Di come alla fine cambiarono nome pure i Comunisti italiani

Domenica, 12/11/1989 Ho sempre visto Achille Occhetto come un ossimoro ambulante, certo anche a causa di quello sfortunato accostamento tra un roboante nome di battesimo e un pavido cognome, che lo accosta ai piumati più che al figlio di Peleo. Oggi ho avuto di nuovo la sensazione che probabilmente Achille Occhetto è l’uomo sbagliato nel posto sbagliato allorché in un … Continua a leggere