Botti di fine anno

29/12/1987, Martedi Si avvicina la fine dell’anno, un anno importante, pieno di scoperte ed avvenimenti. Sono successe tante cose, nel mondo. Una su tutte, finalmente sembra bene avviata la strada verso la distensione e la pace a livello mondiale: merito a Gorbaciov e Reagan di averci creduto. Questi due ‘rischiano’ davvero di passare alla storia. Specialmente il primo, che sembra … Continua a leggere

Post filosofico

22/12/1987, Martedi Nei giorni scorsi a Filo mi sono imbattuto per la prima volta in un termine tedesco, Zeitgeist, che significa letteralmente ‘lo spirito dei tempi’. Ma qual è lo Zeitgeist degli anni ottanta che stiamo vivendo? Edonismo reaganiano, come da felice espressione coniata da qualche altro giornalista? Gli anni del disimpegno, dopo i tanti politicizzati anni settanta? Non so, … Continua a leggere

Fini nuovo segretario MSI

14/12/1987, Lunedi Gianfranco Fini è il nuovo segretario del Movimento Sociale Italiano. Questo è il responso del congresso tenutosi a Sorrento. Prende il posto di Giorgio Almirante, che lascia per motivi di salute.   Questo Fini è relativamente noto per essere stato il segretario del Fronte della Gioventù, il movimento giovanile del MSI: allampanato, dalla parlatina e dall’aspetto urbano, occhialuto, … Continua a leggere

Torna Teofilo, torna!

09/12/1987, Mercoledì Terza ‘bruciata’ in tre settimane… e meno male che finora effetti nefasti sul rendimento scolastico non se ne sono visti. Falsificata la firma del babbo (nulla di particolarmente difficile, graficamente è una specie di serpentello che ricorda una lettera dell’alfabeto arabo un pò più allungata) sul libretto delle assenze, mi posso dedicare con cura alla lettura della Gazzetta. … Continua a leggere

E finalmente si disarma davvero

08/12/1987, Martedi Oggi il presidente USA Ronald Reagan e quello sovietico Mikhail Gorbaciov hanno firmato un trattato che prevede l’eliminazione dei missili a media gittata in Europa. Non solo, è stato concordato un sistema di ispezioni, teso a verificare che le parti rispettino i propri impegni assunti col trattato. Davvero, finalmente il mondo e l’Europa in particolare sembrano un posto … Continua a leggere

La Cura

01/12/1987, Martedi Oggi a Milano al Palatrussardi per vedere il concerto di una delle mie band preferite da tempo: The Cure. Sembra di andare a vedere un grande match, le sensazioni sono quelle: la lunga attesa, la corriera che non arriva più a Vicenza in tempo per l’Intercity, la Stazione Centrale a Milano dove comincio a intravvedere ragazzi/e dalla capigliatura … Continua a leggere

E’ nata una stella

29/11/1987, Domenica Semplicemente pazzesco. C’è un ragazzo di Bologna, uno di città, non un valligiano. Con un cognome che più lugubre non si può per giunta. Due giorni fa lo conoscevano solo gli appassionati di sci, oggi il suo nome apre i telegiornali. Com’è successo? Semplicemente (si fa per dire) l’altro ieri ha vinto la sua prima gara di coppa … Continua a leggere

Ciao, Campione

19/11/1987, Giovedì Oggi, non avendo troppo voglia di andare a scuola e rischiare una bella interrogazione di matematica, ho – come si suol dire ultimamente da noi – ‘bruciato’. Intrufolatomi nel solito baretto, ho dedicato due terzi della mattinata all’approfondita lettura della Gazzetta. Mi ha colpito in particolare l’articolo sulla morte di Jacques Anquetil. Maître Jacques, com’era chiamato dai tifosi, … Continua a leggere

Il ladro gentiluomo

15/11/1987, Domenica Passato quasi un mese dal crollo di Wall Street, mi sono imbattuto in una storia affascinante e controversa. Il protagonista è un giovane yuppie di Manhattan, uno dei tanti che sarebbero dovuti finire in rovina il lunedì nero. Chiamiamolo Jeremy. Jeremy aveva aperto una sua società d’investimento qualche tempo prima del crollo delle borse. Modo di fare affabile, … Continua a leggere

Arte e soldi

11/11/1987, Mercoledì Notizia di chiusura del tiggì: un Van Gogh è stato battuto all’asta da Sotheby’s per l’astronomica cifra di 49 milioni di dollari.  L’opera si chiama Irises ed è stata dipinta da Van Gogh negli ultimi mesi di vita, quando era ricoverato in un istituto psichiatrico. Si ignora l’identità del misterioso (e danaroso) acquirente, ma si sospetta ci sia … Continua a leggere