Chi passa in mezzo ai leoni…

Venerdi, 17/11/1989

Oggi parliamo di Università. Sono matricola in Bocconi e dopo qualche settimana di corsi è il tempo di fare un primo bilancio.

bocconi.jpgLa prima cosa che ho imparato è che passare l’ingresso per la parte centrale, in mezzo ai leoni dell’ingresso, porta sfiga. Pare che ci sia un vecchio detto che recita: “Chi passa tra i Leoni non si laurea alla Bocconi“.

Io, che non sono superstizioso, ovviamente ho preso a passare subito in mezzo ai leoni tutti i santi giorni.

Curiosamente, dopo qualche giorno di attraversamento in mezzo ai leoni, sono stato investito da un motorino (senza conseguenze troppo gravi, se si eccettua il fatto che in questi giorni mi ritrovo con una gamba che è il doppio rispetto all’altra): nonostante continui a non essere superstizioso e tutto sommato attribuisca la causa dell’incidente alle diverse condizioni di traffico di Milano rispetto a quelle di Bassano del Grappa, cui ero abituato, da allora – zoppicando – passo sempre attraverso un’entrata laterale e non più in mezzo ai leoni, non si sa mai….

Per il resto la prima impressione non è male, il tutto è estremamente organizzato e professionale, i compagni sembrano dei bravi figlioli (si, dai, anche quello che sta sempre in prima fila e si ostina a scrivere “migliardi” anziché “miliardi”) e i professori mi sembrano sappiano il fatto loro (a parte quello che dice sempre “Da ciò ne consegue”, diamine, non potrebbe dire “Da ciò consegue” o “Ne consegue”? Che spreco).

Sono intervenuto in una lezione sola per ora: il prof mi ha detto testualmente “vede, lei non ha torto, ma ho ragione io” e sto ancora cercando di capire se si tratta di un complimento o di un invito a non interrompere più. Stiamo a vedere.

Video del giorno: i vecchi cari Del Fuegos, chissà chi si ricorderà di loro tra qualche anno…  I Still Want You

Chi passa in mezzo ai leoni…ultima modifica: 2009-11-17T10:19:18+01:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento