Arte e soldi

11/11/1987, Mercoledì

Notizia di chiusura del tiggì: un Van Gogh è stato battuto all’asta da Sotheby’s per l’astronomica cifra di 49 milioni di dollari. 

1ce37bcba695f5783d02d1ed2a7fa174.jpgL’opera si chiama Irises ed è stata dipinta da Van Gogh negli ultimi mesi di vita, quando era ricoverato in un istituto psichiatrico. Si ignora l’identità del misterioso (e danaroso) acquirente, ma si sospetta ci sia dietro il solito tycoon giapponese. La precedente opera di Van Gogh acquistata (i Girasoli) ad una cifra paragonabile (40 milioncini di dollari) era stata infatti opera di una compagnia assicuratrice giapponese (adesso almeno non avranno problemi ad assicurarlo 🙂

Sono ritenute unanimemente eccessive le valutazioni raggiunte ed è comunque pazzesco il volume di affari che gira attorno all’arte: che sia meglio che mi iscriva a Storia dell’Arte anzichè ad Economia e Commercio quando sarò uscito dal Liceo? ;-))

E poi, si compreranno davvero tutto nei prossimi anni questi giapponesi? Andrà mica a finire che dovremo vendergli anche le mutande alla fine ? ;-/ 

Canzone del giorno: I’ve been losing you degli A-HA (la canzone non è malaccio, ma mi piacciono più che altro le norvegesine che si intravedono nel pubblico all’inizio del video): 

Arte e soldiultima modifica: 2007-11-11T04:45:00+01:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Arte e soldi

  1. Mi ricordo quando alle medie, circa una dozzina di anni fa, dovevo fare di compito una “copia” degli iris e dei girasoli di van gogh coi colori a tempera. Lo schifo che ne uscì, il fatto che fu necessario ritoccarli tremila volte e che alla fine non so come fu pure scelto (il mio “capolavoro” sic i girasoli ) per essere esposto alla mostra che la scuola organizzava a Natale. Sicuramente una cosa che non mi è MAI passata per l’anticamera del cervello era quella di iscrivermi a storia dell’arte…Lo so che è triste che simili capolavori suscitino in me solo questi ricordi…ma forse è solo per non pensare a certe cifre fantascientifiche che mai mi potrei permettere 😉

Lascia un commento