L’Oceano Atlantico è ancora mooooolto grande….

26/10/1987, Lunedì

1ce77c231556c645ca65e664791dfd41.jpgCome era forse inevitabile, al McDonald’s Open ci hanno massacrati.

Non tragga in inganno il passivo, di soli 12 punti, con cui i Bucks ci hanno battuti nella prima gara. L’inizio partita è stato in salita di brutto e Milwaukee ha chiuso la partita praticamente subito. Solo il grande orgoglio di McAdoo, D’Antoni, Premier, un buon Montecchi e un Ricky Brown decisamente in palla hanno limitato il passivo in finale di partita. 

Anche i sovietici, che pure hanno perso di 27 punti contro i Milwaukee nella partita decisiva del triangolare, a metà partita si sono trovati sotto di circa cinquanta lunghezze… spazzati via, senza appello. Solo Marciulonis sembrava potere giocare al loro livello, con quelle due gambe esplosive che si ritrova.

Troppo veloci, troppo atletici, troppo intensi difensivamente, troppo tutto i pro per i livelli attuali degli europei.

Se mai li raggiungeremo, ci metteremo vent’anni, come ha detto quella vecchia volpe del colonnello Gomelski: dieci anni per arrivare a giocarcela e forse 15/20 per pensare di potere vincere.

Quel che è certo è che il divario tra NBA e comuni mortali oggi è enorme e che questo McDonald’s Open segna una nuova era nel basket.

 

Questo, comunque, for the record: 

McDonald’s Open – The Mecca (Milwaukee)

* 23 ottobre: Milwaukee Bucks-Olimpia Milano 123-111
* 24 ottobre: Nazionale URSS-Olimpia Milano 135-108
* 25 ottobre: Milwaukee Bucks-Nazionale URSS 127-100

 

L’Oceano Atlantico è ancora mooooolto grande….ultima modifica: 2007-10-26T02:20:00+02:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo