Un Lunedì nero

19/10/1987, Lunedì

Oggi la prima notizia dei tiggì serali è il crollo di Wall Street, che ha perso praticamente un quinto del proprio valore.

fcabb24c31c4fb13d965c981d9b7eb54.jpgPanico anche in tutte le altre Borse mondiali.

Ora c’è il timore di un nuovo ’29, di una recessione mondiale che colpirà praticamente tutti i paesi industrializzati. 

Premetto che alla mia età non posso pretendere di capirci qualcosa su una questione come questa, eppure sembra tutto così irreale, così assurdo che il crollo di una borsa dove si specula su pezzettini di carta condizioni il benessere di intere nazioni.

E’ una cosa che spaventa, ma affascina: oggi ho deciso che mi iscriverò a Economia e Commercio quando sarò fuori dal Liceo (almeno in mancanza di altre idee 🙂

Giusta la canzone del giorno dei Simply Red:

 

Un Lunedì neroultima modifica: 2007-10-19T01:35:00+02:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Un Lunedì nero

  1. Curiosamente osservo che io mi ero appena laureato alla Bocconi, il 7/7/87, mentre Alessandro decideva di studiare economia e LivePaola si era iscritta proprio alla Bocconi… It’s a small world! anche considerando la dimensione del tempo.
    Bisou.
    Dario

Lascia un commento