We’re going to California, baby!

01/06/1987, Lunedì

Oggi finalmente ho avuto una grande notizia: il prossimo mese di Agosto passerò la bellezza di quattro settimane in California, a San Diego, a fare una vacanza studio che si preannuncia moooolto interessante….

Oggi è pure tornato dall’America mio padre, è stato in Pennsylvania, dove stanno aprendo una fabbrica: mi ha raccontato cose divertenti sui Quaccheri… beh, pare proprio che a San Diego troverò un’altra aria 😉

Tra le altre cose, mi ha portato l’ultimo numero di Time, giusto per fare un pò di pratica con l’Inglese.

ae6eab745cf530e4a8755124db921838.jpg

C’è questa cover story sulla fregata Stark che francamente non ho capito bene: pare che un Mirage Iracheno abbia sparato due missili Exocet sulla fregata Americana Stark, che stazionava nel golfo Persico (ma gli Americani non appoggiavano indirettamente gli Iracheni in funzione anti-ayatollah?? Non ce l’hanno mica con l’Iraq, mi pare…). Il peggior disastro in tempo di pace per gli Americani, qualcosa come 37 marinai morti e 21 feriti.

Grosse polemiche sul fatto che la Stark non sia stata in grado di rendersi conto dell’attacco e di rispondere in tempo utile: siamo di fronte ad un declino della capacità militare USA? 

L’unico articolo interessante comunque riguarda Gary Hart, il probabile candidato democratico alle presidenziali dell’anno prossimo, uccellato per una storia con la modella Donna Rice. Anche questa faccio a capirla bene… se Andreotti o Craxi andassero con una così credo che altro che pentapartito, potrebbero governare da soli tanti sarebbero i voti…

Mi sembra di vedere che la commistione tra morale pubblica e privata sia una ossessione tutta americana: chissà che cosa succederebbe se beccassero un presidente in carica con una tresca extra-coniugale… scatterebbe l’impeachment? 

Ieri mattina invece mi sono rivisto per l’ennesima volta gara-7 delle finali della Eastern Conference della NBA.

Devo ancora capire come diavolo ha fatto a rubare quel pallone il divino Larry Bird sulla rimessa di (non un pollo qualsiasi… ) Isiah Thomas. Non so come chiamarlo.. basketball IQ? O lettura del pensiero?
In ogni caso, va rivisto ancora, fatto bene a videoregistrare:

E ora si vola in finale, contro i Lakers, ancora, speriamo di prenderci la vendetta di due anni fa.
Quest’anno siamo vecchiotti, ma ce la possiamo fare, la magia del Garden ci darà una mano. 

 Ah, tra meno di due settimane cominciano le vacanze… unica materia dove potrei rischiare qualcosa è il Greco, ma per il resto la mia pagella di 1° Liceo Classico dovrebbe essere più che decente….

We’re going to California, baby!ultima modifica: 2007-06-01T22:50:00+02:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo