Prima leggete questo

Come accade nei classici libri / film dove la storia si svolge in un flashback, anche in questo caso è tutto nato da un ritrovamento rovistando in soffitta, o meglio, più prosaicamente aprendo gli ultimi scatoloni di un trasloco cominciato un anno e mezzo fa ed ora finalmente concluso.
Il ritrovamento di un’agendina del Banco Ambrosiano Veneto, su cui nell’anno di grazia 1987, segnavo i miei ‘intensissimi’ impegni sociali, i fatti di interesse e vari pensieri in ordine sparso.

Comunque, veniamo alle ‘istruzioni per l’uso‘:

1) Perchè questo blog?

– prima di tutto perchè tutti i blog del mondo sono pallosamentissimamente ambientati nel presente. Una monotematicità stucchevole. Il mio gatto, la mia scuola, il mio lavoro, le mie foto… le classiche previsioni sul futuro nei blog a tema internet o tecnologico.
Allora perchè non provare questo escamotage letterario dell’excursus nel passato?
La percezione del tempo, degli spazi di vent’anni fa incontra i mezzi di comunicazione di oggi. A volte gli accostamenti sono bizzarri e divertenti.

– per una questione di memoria, mia personale, ma non solo. Basta fare qualche ricerca a campione per vedere che nel mare magno dell’internet odierno, tutti gli eventi accaduti prima dell’avvento di internet sono penalizzati (come numerosità, come completezza dei dati, come impatto sulla memoria collettiva, come volume e vastità delle interpretazioni) dal fatto di non essere stati documentati in tempo reale sulla rete e non solo dal fatto di essere più lontani nel tempo.
Esempio banale: cercate notizie in rete sulle elezioni presidenziali americane del 1980. Ne troverete un decimo rispetto a quelle del 1996. Cosa vuol dire, che il primo Reagan ha avuto meno impatti del secondo Clinton? Ci sarebbe da discuterne…
Oppure (suvvia, voliamo basso), cercate informazioni (che ne so, marcatori, formazioni) dei Mondiali di Calcio 1982 e fate la stessa cosa per i Mondiali 2006. Marcello Lippi vince a mani basse contro Enzo Bearzot, così come Gilardino scalza Paolo Rossi (chi sarebbe costui, poi, il comico?).
Insomma, diciamo quindi che è anche una questione di un pizzico di ‘giustizia‘ storica retroattiva, infinitesima, ma dal valore simbolico.

– per divertimento: come detto, alcuni accostamenti sono divertenti. Le previsioni fatte all’epoca, espresse nel loro originale candore, oggi faranno sorridere.

Ma in fondo è solo confrontando l’oggi col passato che riusciamo ad avere il senso e la misura di un percorso, di un cambiamento.
Si, perchè la memoria è identità.


2) Chi è l’io narrante? Chi sono io?

– non ha nessuna importanza, sono un ragazzo di 16 anni che oggi, il 31 Maggio 1987, sta per finire il terzo anno di Liceo Classico.
Abito in una piccola cittadina del Nord-Est.
Appassionatissimo di viaggi, curioso di quel che succede nel mondo.
Ultimamente comincia a piacermi di più il basket che il calcio.
A scuola me la cavo senza essere un secchione.
E come tutti i miei coetanei, chiaramente passo gran parte del tempo a fantasticare sulle ragazze.


3) Perchè proprio 20 anni fa?

– perchè è stato 20 anni fa che ho cominciato ad incontrare quelle persone, fare quelle esperienze, leggere quei libri, vedere quei film che hanno gradualmente plasmato la mia visione del mondo.
Questo blog è anche un modo di fissare, conservare questi eventi, il senso di tutto quello che è successo.

4) Quando finirà questo blog?
– finirà (se tutto va bene…) tra il 1995 ed il 1997, ossia quando internet ha cominciato ad ‘appropriarsi’ della storia, a diventare un modo fondamentale di comunicare, documentare tutto quando succedeva nel mondo in tempo quasi reale ed a renderlo disponibile per future ricerche.
A partire da questa data viviamo nei ‘nostri’ tempi: l’avvento di internet ha segnato un prima ed un dopo.
Spero di avere la costanza di arrivare all’affaire Lewinski, che è stato il momento in cui ho cominciato a capire che la ‘storia’ cominciava ad essere scritta, intepretata e tramandata grazie ad internet e non più coi media tradizionali.

5) La cronologia degli eventi è reale?
– assolutamente si. Se trovate incongruenze temporali, un pò come accade nei film (es. il tizio in Ben Hur con l’orologio da polso, oppure la comparsa di Braveheart con gli occhiali da sole) siete pregati di segnalarlo nei commenti. Non ce ne dovrebbero essere molte, ma se le trovate siete bravi (mi sa che devo anche pensare a un premio…. magari una bella maglietta Ocean Pacific o ad un paio di Vans, visto che nel 1987 andavano così di moda).

E’ tutto, buon ritorno al passato.

Prima leggete questoultima modifica: 2007-05-31T00:00:00+02:00da 20annifa
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Prima leggete questo

  1. Bell’idea… mi piace! E poi sono curiosa di sapere qualcosa di quegli anni visto che nel 1987 avevo 4 anni e non realizzavo molto di quel presente!!!! Grande!!!

  2. interessante, siamo più o meno coetanei, quindi leggo con piacere questi episodi, che mi riportano indietro nel tempo! sarà l’età che avanza, ma anch’io mi son ritrovato a scrivere su una parte del mio blog, su un argomento diverso e che mi appassiona, di quegli anni! complimenti!

  3. Bella idea!Stavo proprio ragionando l’altro giorno che nei blog spesso andiamo sempre a ricadere sugli stessi argomenti!Leggerò con interesse quello che scriverai visto che il 1987 è la mia data di nascita!un saluto

I commenti sono chiusi.